home PARETE VENTILATA  

 

    Ristrutturazioni

  

     PROGETTI

  

     STRUTTURE

 

       MATERIALI 

 

SERVIZI

 

              

Rivestimeni in Alluminio

Rivestimeni in Fibrocemento

Rivestimenti da Interno
Accessori per l'Architettura
Solare

info. fiere - eventi

Piano casa

PREVENTIVO GRATUITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 1960 lavoriamo nel settore dell'edilizia            PIANO CASA

SERVIZI DI:                                  

RISTRUTTURAZIONI DI INTERNI ED ESTERNI

detrazione irpef 36% 55%

MAIL

REALIZZAZIONI INTONACI

MAIL

RIVESTIMENTI- PARETE VENTILATA (ALLUMINIO)

MAIL

RIVESTIMENTI-PARETE VENTILATA (FIBROCEMENTO)

MAIL

FACCIATE CONTINUE

MAIL

SERRAMENTI: PORTE E FINESTRE

MAIL

CAPPOTTO

MAIL

 

 

PRATICHE PER DETRAZIONE 36% E 55%

MAIL

 

RISPARMIO ENERGETICO

MAIL

 

PIANO CASA

MAIL

 

IMPIANTI ELETTRICI ED IDRAULICI - CERTIFICATI

MAIL

 

CALCOLI STRUTTURALI

MAIL

 

INDAGINI GEOLOGICHE

MAIL

 

PERIZIE

MAIL

 

RISTRUTTURAZIONI DI INTERNI ED ESTERNI

 

detrazione irpef 36% e 55%

 

Detrazione di imposta del 36% dei costi sostenuti per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di recupero del patrimonio edilizio.

 

L'agevolazione consiste nella possibilità di detrarre dall'imposta il 36% delle spese sostenute nel corso dell'anno per la ristrutturazione di case di abitazione e parti comuni di edifici residenziali situati nel territorio dello Stato. 

 

A decorrere dal 1 ottobre 2006 il limite di spesa rilevante ai fini dell computo della detrazione viene fissato in euro 48.000,00 per ogni singola abitazione (art. 35 comma 35-quater del DL n. 223/2006) .

 

  • di 48mila euro, riferita alla singola unità immobiliare e non alle diverse persone che l’hanno sostenuta. Pertanto, questo ammontare andrà suddiviso in proporzione fra tutti gli interessati
  • la detrazione va ripartita in 10 anni. Il criterio però cambia se a sostenere i costi sono anziani di età compresa tra i 75 e gli 80 anni (proprietari o titolari di altro diritto reale sull’abitazione oggetto di intervento). Per questi la ripartizione va fatta, rispettivamente, in cinque e tre quote annuali
  • se i lavori di ristrutturazione sono la semplice prosecuzione di interventi iniziati negli anni precedenti, ai fini del calcolo (entro i 48mila euro), bisogna tener conto delle spese già sostenute
il beneficio fiscale è subordinato all’emissione, da parte della ditta che ha eseguito i lavori, di fattura dettagliata che distingua dagli altri il costo della relativa manodopera

QUALI SPESE RIGUARDA

La detrazione del 36% riguarda le spese sostenute per eseguire gli interventi di manutenzione straordinaria, le opere di restauro e risanamento conservativo e i lavori di ristrutturazione edilizia per i singoli appartamenti e per gli immobili condominiali.

Tra le spese per le quali compete la detrazione, oltre a quelle per l'esecuzione dei lavori, sono comprese:

·        le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse;

·        le spese per la messa in regola degli edifici ai sensi della legge 46/90 (impianti elettrici)

·        le spese per l'acquisto dei materiali;

·        il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti;

·        le spese per l'effettuazione di perizie e sopralluoghi;

·        l'imposta sul valore aggiunto, l'imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le

·        autorizzazioni e le denunzie di inizio lavori;

·        gli oneri di urbanizzazione

Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio per i quali è ammessa la detrazione d’imposta sono quelli elenca- ti nell’art. 31, lettere a), b), c) e d) della legge 5 agosto 1978, n. 457, ripresi dal Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia approvato con D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, come modificato dal D.Lgs. 27 dicembre 2002, n. 301.

In particolare, la detrazione Irpef è prevista per le seguenti categorie di intervento edilizio:

• manutenzione ordinaria, solo se eseguita su parti comuni e non anche su singole unità abitative o loro pertinenze;

 

• manutenzione straordinaria;

 

• restauro e risanamento conservativo;

 

• ristrutturazione edilizia.

 

Inoltre, sono ammessi al beneficio della detrazione altri interventi previsti da specifici provvedimenti e finalizzati ad esempio alla realizzazione di parcheggi su aree pubbliche, alla eliminazione di barriere architettoniche, all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi, alla cablatura degli edifici, al contenimento dell’inquinamento acustico, al conseguimento di risparmi energetici, alla adozione di misure antisismiche, all’esecuzione di opere volte ad evitare gli infortuni domestici.

Non possono invece ritenersi compresi tra le spese oggetto della detrazione gli interessi passivi corrisposti a fronte di mutui eventualmente stipulati per sostenere le spese dei lavori di recupero nonché le spese di trasloco e custodia dei mobili per il periodo necessario all’effettuazione degli interventi di recupero edilizio.

BONUS ENERGIA DETRAZIONE AL 55%

Con la firma dei decreti attuativi diventa operativo l'innalzamento dal 36% al 55% della detrazione fiscale per gli interventi di ristrutturazione degli edifici esistenti che consentano di ridurre le dispersioni termiche.

Salgono al 55% anche le detrazioni per l'installazione di pannelli solari o per la rottamazione di vecchie caldaie e la loro sostituzione con nuove caldaie ad alta efficienza.

 

Detrazione d’imposta del 55% per i costi sostenuti ai fini della riqualificazione energetica degli edifici al fine di incentivare gli interventi tesi ad abbassare il livello di inquinamento atmosferico e massimizzare l’efficienza dei consumi il disegno di legge finanziaria 2008 proroga l’agevolazione per i prossimi tre anni e riguarda le spese documentate sostenute per

  • interventi che limitino il fabbisogno annuo di energia per il riscaldamento degli edifici (detrazione massima 100mila euro in tre anni)

 

  • installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sia per usi domestici che industriali, per piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università (detrazione massima 60mila euro in tre anni)

 

  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con altri dotati di caldaie a condensazione e conseguente messa a punto del sistema di distribuzione (detrazione massima 30mila euro in tre anni)

 

  • interventi su edifici esistenti, su parti di edifici o unità immobiliari, riguardanti coperture e/o pavimenti, finestre con i relativi infissi (detrazione massima 60mila euro in tre anni).

 

Per approfondimenti contatti :commerciale@optimak.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

pareteventilata

ristrutturazioni

 materiali

progetti

 strutture

servizi  contatto

 

 

 

 


Via dei Castelli Romani 22, 00040 Pomezia (RM)

P.I. 01667030769

Copyright © winmedia architecture